Spiaggia nera delle Hawaii: la Black Sand Beach di Maui

Dopo aver vissuto l’esperienza dell’uragano sulle isole Hawaii, non pensavo di raggiungere Maui e avere il via libra per poter visitare tranquillamente le sue meraviglie.

Per fortuna il peggio era passato e ho potuto scoprire posti incredibili, alcuni un po’ danneggiati, ma comunque incredibili, come la spiaggia nera delle Hawaii a Maui.

Waianapanapa State Park

La Black Sand Beach di Maui si chiama Honokalani e si trova nel Waianapanapa State Park a circa 5 km a Nord della città di Hana. Questa spiaggia nera delle Hawaii è più di una semplice spiaggia.

Per gli hawaiani è un posto molto importante, considerato addirittura sacro, tanto che si narrano diverse legende sul suo conto.

Il parco è grande 122 acri, e comprende la spiaggia nera delle Hawaii, numerose grotte, il più grande Heiau dell’isola (ovvero un tempio), archi in pietra e grotte marine.

La spiaggia nera delle delle hawaii: La Black Sand Beach di Maui

Questa spiaggia di sabbia nera è davvero uno spettacolo e si è formata da un flusso di lava che si è raffreddato, indurito e poi frantumato in piccoli pezzi attraverso l”incessante battere delle onde dell’oceano nel corso di migliaia di anni.

Ecco spiegato il motivo per cui vedrai una varietà di ciottoli arrotondati e levigati, oltre che la sabbia nera più fine. In passato gli abitanti delle Hawaii raccoglievano i ciottoli più grandi e li utilizzavano per realizzare il pavimento della propria abitazione.

Spiaggia nera Hawaii Maui

Incorniciata da colorate piante tropicali e incastonata tra scogliere di lava nera, la spiaggia è perfetta per delle foto mozzafiato, soprattutto con la giusta luce.

Waianapanapa significa “acqua luccicante” e puoi facilmente vedere come si è guadagnato questo nome se la visiti in una giornata di sole quando le acque sono illuminate dalla luce e contrastano magnificamente con la spiaggia di sabbia nera.

La sabbia è scintillante mentre il sole splende su di essa. È davvero uno spettacolo.

Come arrivare alla Black Sand Beach di Maui

Abbiamo percorso la Road to Hana per ben due volte per quanto fosse bella, selvaggia e suggestiva.

Mentre ti avvicini alla città di Hana, esattamente al miglio 32 della Road to Hana, è lì che bisogna cominciare a stare attenti all’ingresso del parco.

Ad un certo punto dovresti vedere una strada sterrata che porta al Wai’anapanapa State Park. Dovrebbe esserci anche un cartello stradale che ti informa sulla sua posizione.

Scendi lungo la strada e cerca il parcheggio principale (a sinistra), vicino alle cabine. Da qui un sentiero ti condurrà fino alla spiaggia nera delle Hawaii di sabbia nera di Honokalani, situata nella baia di Pa’iloa.

balck sand beach maui

Se pensi di nuotare in queste acque lascia perdere, davvero!

Infatti, nuotare qui è estremamente pericoloso, potresti farlo solo nei giorni in cui il mare è molto calmo, evento abbastanza raro in questa zona, ma più probabile che avvenga in estate.

La spiaggia è aperta sull’oceano senza barriera corallina esterna, quindi la forza delle onde e della corrente è molto potente. Per questo noterai infatti molti segnali di avvertimento.

Una volta che sei sulla spiaggia, girati a destra ed esplora la grotta che intravedi su quel lato. Sebbene stretta all’ingresso, si allarga all’interno e ti offre una vista aperta sull’oceano dall’altra parte. Spettacolare.

grotta spiaggia nera hawaii maui

Un po' di hiking oltre la spiaggia

Se sei come me, ovvero “bello il mare e la spiaggia ma facciamo qualcosa di avventuroso in mezzo alla natura” allora qui potrai divertirti.

Cerca le indicazioni per i sentieri oltre il punto di accesso alla spiaggia a sinistra per intravedere delle splendide grotte.

Oltre la spiaggia è possibile camminare in un sentiero davvero suggestivo. La costa è scenica e selvaggia ed è uno spettacolo ammirare questo ammasso di roccia nera che si tuffa nell’oceano blu.

hiking black sand beach maui

Guardando verso l’interno si avrà una vista ampia della riserva della foresta di Hana e infatti a sud-est il sentiero costiero di Waianapanapa arriva proprio fino alla città.

Lungo questo sentiero, a poco più di un km di distanza, si trova l’Ohala Heiau, il sito del tempio hawaiano, che è stato ripulito dalla vegetazione e offre un interessante punto di sosta.

Il percorso è in buone condizioni e facile da seguire, ma sono  raccomandate delle scarpe adatte per evitare fatiche inutili. 

Molti uccelli marini frequentano la zona e Waianapanapa è il luogo ideale per gli appassionati di birdwatching.

Se sei tipo da campeggio, ti dico inoltre che qui è consentito accamparsi, ma è necessario un permesso che può essere ottenuto tramite il DLNR (Department of Land and Natural Resources).

Il Waianapanapa State Park ha anche dodici cabine disponibili che possono essere noleggiate. Per i visitatori, durante il giorno, ci sono servizi igienici e aree picnic, ma non i bagnini.

Ho letteralmente adorato questo posto. Una natura pazzesca e meravigliosa. 

La stessa Road to Hana, da fare per arrivare qui, è una strada da percorrere per la sua incontenibile bellezza.

Non parlo solo della bellezza di cui puoi godere percorrendola tra una foresta di piante tropicali sempre verdissime, ma sopratutto per quello che trovi al di là delle piante che sbucano sulla strada.

Parcheggia la macchina (non esistono parcheggi veri e propri ma la maggior parte delle volte dovrai lasciarla un po’ a cazzo di cane sulla via – in gergo hawaiano si dice così 🙂 ) e prova ad entrare all’interno… dopo un po’ di cammino scoprirai laghi, sentieri e cascate incredibili. 

A volte troverai dei veri e propri ingressi, inteso come un cartello e un percorso per arrivare ad esempio ad una cascata, altre volte invece troverai solo una siepe o delle canne di bamboo che dovrai oltrepassare per accedere ad un sentiero che ti porterà alla valle incantata.

Ho capito… mi sto dilungando… ci scriverò un articolo! 

Se il mio racconto ti è piaciuto e lo hai trovato utile ed interessante lascia un commento, a te non costa nulla e per me è davvero importante.

Un abbraccio,

Martina.

Organizza il tuo viggio

Voli

Per trovare le migliori offerte sui voli visita Volagratis o Momondo. Sono i migliori motori di ricerca per trovare voli economici.

Alloggio

Per l’alloggio faccio spesso affidamento a Booking.com. Ci sono opzioni valide per tutte le tasche. Ma controllo sempre anche Airbnb o Hostelworld.

Assicurazione di viaggio

Mai, mai mai e poi mai partire senza assicurazione. Ci sono diversi siti da consultare per assicurati. I due che preferiscono sono World Nomads Columbus Assicurazioni.

Attività

Spesso per prendere spunti su attività da fare consulto Get Your Guide e Musement. Qui è possibile prenotare biglietti per musei, tour, guide e molte altre cose.

Rimaniamo in contatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti

×

INDICE CONTENUTI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: